Back

Obiettivo n°5 dell’agenda 2030: parità di genere

L’obiettivo 5 dell’Agenda 2030 si concentra sulla realizzazione dell’uguaglianza di genere

La parità di genere è stata riconosciuta come un obiettivo fondamentale dell’Agenda 2030 per lo sviluppo sostenibile adottata dalle Nazioni Unite. L’obiettivo 5 si concentra sulla realizzazione dell’uguaglianza di genere e sull’empowerment delle donne e delle ragazze, affrontando le disuguaglianze di genere in tutto il mondo.

La parità di genere: uno dei temi più discussi

L’obiettivo 5 dell’Agenda 2030 include diverse sottocategorie, tra cui la prevenzione e l’eliminazione di tutte le forme di violenza contro le donne e le ragazze, l’eliminazione delle pratiche dannose come il matrimonio precoce e forzato e la mutilazione genitale femminile, la promozione della partecipazione delle donne alla leadership e alla politica, l’accesso all’istruzione di qualità per tutte le ragazze e la promozione dell’uguaglianza di genere nelle opportunità economiche e nell’accesso alle risorse. L’Agenda 2030 riconosce che la parità di genere è fondamentale per lo sviluppo sostenibile e che le disuguaglianze di genere sono strettamente interconnesse con le disuguaglianze sociali ed economiche. Le donne e le ragazze affrontano discriminazioni strutturali in molti settori, inclusi l’accesso all’istruzione, alle opportunità economiche, ai servizi sanitari e alla partecipazione politica. Queste disuguaglianze di genere hanno un impatto negativo sulla loro capacità di contribuire alla società e alla loro capacità di godere dei loro diritti umani fondamentali.

parità di genere obiettivo agenda 2030

Gli obiettivi proposti dall’Agenda 2030

Porre fine a ogni forma di discriminazione nei confronti delle donne;

Eliminare tutte le forme di violenza nei confronti di donne sia per quanto riguarda la sfera privata che quella pubblica;

Abolire e condannare il traffico di donne e lo sfruttamento sessuale;

Eliminare le pratiche abusive come il matrimonio combinato, il fenomeno delle spose bambine e le mutilazioni genitali femminili;

Porre maggiore riconoscimento alla cura e al lavoro domestico non retribuito, offrendo alle donne protezione sociale e promuovendo le responsabilità condivise all’interno delle famiglie;

Garantire attiva partecipazione e pari opportunità di leadership ad ogni livello decisionale in ambito politico, economico, lavorativo e nella sfera pubblica;

Garantire libero accesso alla salute sessuale e conferire ogni diritto in ambito riproduttivo, come concordato nel Programma d’Azione della Conferenza internazionale su popolazione e sviluppo;

Nuove legislature per offrire alle donne uguali diritti di accesso alle risorse economiche e ad altre forme di proprietà, ai servizi finanziari, alle eredità in conformità con le leggi nazionali;

Dare la possibilità di utilizzare le tecnologie abilitanti, come quelle dell’informazione e della comunicazione, per promuovere l’emancipazione della donna;

Intensificare le leggi e adottare una una politica adeguata per la promozione della parità di genere e per permettere l’emancipazione di tutte le donne.

Prospettive future

Per garantire il successo dell’obiettivo 5 dell’Agenda 2030, è necessario quindi che tutti i governi, le organizzazioni internazionali, la società civile e il settore privato collaborino per implementare politiche e pratiche che promuovano l’uguaglianza di genere. Ciò include l’adozione di leggi e politiche che proteggano i diritti delle donne e delle ragazze, l’eliminazione delle barriere all’accesso all’istruzione, alle opportunità economiche e ai servizi sanitari e l’eliminazione di pratiche culturali dannose. Inoltre, è essenziale che le donne e le ragazze siano coinvolte nei processi decisionali e nella leadership a tutti i livelli, dai governi alle organizzazioni della società civile. Ciò garantirà che le esigenze e le prospettive delle donne e delle ragazze siano prese in considerazione nella pianificazione e nell’implementazione delle politiche e dei programmi.